“Ceramiche Soravia” è stata fondata nel 1975 dal Maestro Sandro Soravia.

Nato a Milano nel 1931, ha studiato ceramica a Gubbio, con il Prof. Aldo Ajò, dedicandosi a questa professione dopo lunghi anni di lavoro nel settore pubblicitario in Italia e in Sud America.

Nel 1975 ha intrapreso l'attività artistica personale rilevando contemporaneamente una fornace storica albisolese operante dal 1700 nella produzione di ceramiche artistiche con decorazioni classiche e moderne. Nel suo atelier hanno trovato e trovano ospitalità artisti di fama internazionale come Agenore Fabbri, Cesare Peverelli, Gianni Dova, Eduardo Arroyo, Guy de Rougemont e tanti altri.

Soravia ha mantenuto il carattere di “bottega”, sedimentato da due secoli, rispettando i metodi e gli stili del lavoro tradizionale contemporaneamente all'introduzione di nuove idee e di soluzioni iconografiche originali e con la collaborazione di personale altamente qualificato, in particolare nella decorazione manuale, maturato professionalmente all'interno dell'azienda stessa.

In 40 anni di attività ha prodotto ceramiche artistiche con decorazioni classiche come l'Antico Savona, il Calligrafico Naturalistico, il Levantino e l'Ottocento con decori floreali e al tempo stesso ha creato stili originali come il Patchwork, ispirato dalle composizioni inglesi di stoffe, il Naif ispirato dai quadri più rappresentativi dell'epoca, i Mezzari ispirati dai tessuti orientali importati dalla Compagnia delle Indie nel ontano '800 con rappresentazioni policrome dell'albero della vita, di fiori e frutta.

Uno dei prodotti più originale e creativo dell'azienda sono “Le Favole di Soravia” composte da un testo in 5 strofe con endecasillabi in rima e rappresentate su 5 coni in ceramica di misura decrescente.

Sempre originale è la produzione di oggetti dedicati al Natale come i Presepi composti da 5 coni, Presepi su piastrella, sfera, albero, piatto e la collezione di alberi in ceramica in 4 misure con decorazioni natalizie.